L’eterna lotta tra IPS ed AMOLED

Come va Samsung s10? L’esperto risponde
9 Maggio 2019
OnePlus 7 Series: scheda tecnica, prezzo e uscita
15 Maggio 2019

L’eterna lotta tra IPS ed AMOLED

Da sempre nel mondo degli smartphone abbiamo assistito al dibattito su quale tipologia di display fosse migliore, tra la tecnologia IPS e quella Amoled , ma quali sono i pregi e i difetti di entrambe?

Partiamo dagli IPS (In-Plane Switching), sistemi basati su cristalli liquidi retroilluminati, che si traducono in display molto luminosi, dai colori fedeli alla realtà ma che presentano, come punto debole, dei neri poco profondi e che soprattutto, visti da angolazioni piú inclinate, virano molto al grigio/blu. Sfruttati da Apple su tutti gli iPhone fino alla serie 8 e su iPhone XR, e da tantissime altre aziende come Sony, LG, Xiaomi, Huawei ecc ecc , hanno tuttavia perso terreno nella fascia alta del mercato, mentre regnano ancora nella fascia bassa grazie soprattutto al loro prezzo economico.
Tecnologia completamente diversa è quella che troviamo nei display Amoled (active-matrix organic light emitting diode), sigla lunghissima che possiamo semplificare in un sistema nel quale i pixel non sono retroilluminati bensì emettono luce in maniera indipendente gli uni dagli altri. Questa tecnologia permette di ovviare al principale problema degli IPS citato prima, infatti i pixel neri non sono illuminati ma completamente spenti, garantendo neri assoluti che non virano cambiando angolazione. Gli Amoled sono inoltre display dai colori molto vividi (a volte falsi seppur spettacolari) che dopo anni di evoluzione sono riusciti ad eguagliare gli IPS per luminosità. Uno degli storici difetti di questa tecnologia è tuttavia l’effetto burn-in, cioè un’immagine che per lungo tempo è rimasta fissa sullo schermo, si imprime su di esso apparendo anche nelle altre schermate. Questo problema è in parte stato superato grazie al miglioramento della tecnologia e a stratagemmi per non lasciare immagini statiche troppo allungo, ma non sono rari i casi di dispositivi che lo hanno presentato, soprattutto per gli utenti che non cambiano smartphone con frequenza.
In definitiva quale delle due tecnologie è superiore? Beh dipende dalle vostre preferenze e dal tipo di utilizzo, ma in generale l’esperienza Amoled risulta piú di impatto per i colori vividi, i forti contrasti e i neri assoluti, tanto che ormai nella fascia Top di Gamma troviamo quasi esclusivamente display con questa tecnologia.